Apr 162013
 

È proprio vero che talvolta ci si lascia talmente trasportare dalle abitudini che non si pensa minimamente a modificare quello che si è sempre fatto o visto fare in un certo modo.

Cavoli al pesto_4

A me è servita qualche decina di anni per prendere in considerazione l’idea che il pesto alla genovese si può utilizzare per condire qualcosa di diverso dalla pasta e dalla pizza… Si può spalmare su crostini di cereali integrali per esempio, o, ancora meglio, unire ad un’insalata di cavoli crudi tagliati a listarelle sottili. Non è una grande scoperta, ma l’abbinamento mi ha piacevolmente sorpresa. :-)

Ho usato un pesto bio che ha come soli ingredienti: basilico, olio extravergine di oliva, pinoli, aglio e sale marino. Ho sperimentato questa insalata qualche settimana fa, quando ancora l’inverno teneva tenacemente testa all’arrivo della primavera. Ora che sole e temperature più miti sono di ritorno, potete sostituire verze e cavolo cappuccio con altre varietà di verdure, più adatte alla stagione.

Ingredienti:

1 verza

1 cavolo cappuccio rosso

1 piccola patata

1-2 cucchiai di pesto al basilico

timo

Tagliate la verza e il cavolo cappuccio a listarelle sottili e metteteli da parte in un recipiente. Cuocete la patata al vapore, schiacciatela con una forchetta, aggiungete il pesto al basilico e qualche cucchiaio d’acqua per amalgamare bene il tutto. Versate la salsa sull’insalata, mescolate bene, cospargete con foglioline di timo e servite.

Cavoli e pesto

Per cambiare, ho provato a sostituire la patata con mezzo avocado, che conferisce una maggiore cremosità al condimento. Io preferisco la prima versione perché la trovo più leggera.

This post is also available in: Francese