Parole sparse

 

Questo spazio è una breve raccolta di pensieri, poesie e testi che hanno fatto “click” da qualche parte, dentro di me. Non c’è un ordine e nemmeno un filo conduttore che li lega, solo mi sono piaciuti. Riguardano di tutto un po’… hanno diverse lingue e diversi colori. È un piccolo cassetto da riempire come viene e dove andare a pescare “a caso”, sperando di trovare la parola giusta al momento giusto…

Allora… buona pesca! :-)

I figli

… E una donna che aveva al petto un bambino disse: “Parlaci dei figli.”

E lui disse:

“I vostri figli non sono figli vostri.

Sono i figli e le figlie della brama che la vita ha per la vita.

Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro,

e benché stiano con voi non vi appartengono.

Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri,

perché essi hanno i propri pensieri.

Potete custodire i loro corpi ma non le loro anime,

perché le loro anime abitano nella casa del domani, che voi non potete visitare, neppure in sogno.

Potete sforzarvi d’essere simili a loro, ma non cercate di renderli simili a voi.

Perché la vita non procede a ritroso e non perde tempo con ieri.

Voi siete gli archi dai quali i vostri figli sono lanciati come frecce viventi.

L’arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,

e con forza vi tende affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.

Fatevi tendere con gioia dalla mano dell’arciere;

perché se egli ama la freccia che vola, ama ugualmente l’arco che sta saldo.”

Dal libro “Il profeta”, di Kahlil Gibran

………………………………………………………………………………………………………….

La nostra paura più profonda non è di essere inadeguati. La nostra paura più profonda, è di essere potenti oltre ogni limite. È la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più. Ci domandiamo: “Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favoloso?”. In realtà, chi sei tu per non esserlo? Sei un figlio di Dio. Giocare in piccolo non serve al mondo. Non c’è nulla di illuminato nello sminuire te stesso cosicchè gli altri non si sentano insicuri vicino a te. Siamo tutti nati per risplendere, come fanno i bambini. Siamo nati per rendere manifesta la gloria di Dio che è dentro di noi. Non solo in alcuni di noi; è in ognuno di noi. E quando permettiamo alla nostra luce di risplendere, inconsapevolmente diamo agli altri la possibilità di fare lo stesso. E quando ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza automaticamente libera gli altri.

Dal libro “Ritorno all’amore”, di Marianne Williamson

Questo testo, diventato molto famoso, è stato attribuito (a torto o a ragione) a Nelson Mandela.

………………………………………………………………………………………………………….

Danza come se nessuno ti stesse guardando,

ama come se nessuno ti potesse ferire,

suona come se nessuno ti stesse ascoltando,

vivi come se ci fosse il paradiso in terra.

William Purkey

………………………………………………………………………………………………………….

“Venite sul bordo.”

“Non possiamo. Abbiamo paura.”

“Venite sul bordo.”

“Non possiamo. Cadremo!”

“Venite sul bordo.”

E infine vennero.

Li spinse.

E volarono.

Guillaume Apollinaire

………………………………………………………………………………………………………….

Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei mari, dei fiumi, delle stelle; e passano accanto a se stesse senza meravigliarsi.

Sant’Agostino

………………………………………………………………………………………………………….

Quelli che ci hanno lasciato non sono assenti, sono invisibili; tengono i loro occhi pieni di gloria fissi nei nostri pieni di lacrime.

Sant’Agostino

………………………………………………………………………………………………………….

Una cosa è impossibile fino a quando arriva uno che non lo sa e la fa.

Albert Einstein

………………………………………………………………………………………………………….

Le credenze sono in se stesse una barriera, non importa di che tipo siano, se vere o false.

Osho

………………………………………………………………………………………………………….

Tra vent’anni anni non sarete delusi dalle cose che avrete fatto, ma da quelle che non avrete fatto! Allora levate l’àncora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.

Mark Twain

………………………………………………………………………………………………………….

Non c’è nulla di nobile nell’essere superiore a un altro uomo. La vera nobiltà sta nell’essere superiore alla persona che eravamo fino a ieri.

Samuel Johnson

………………………………………………………………………………………………………….

Non mi interessa che cosa fai per guadagnarti da vivere,

voglio sapere che cosa strugge il tuo cuore

e se hai il coraggio di sognare l’incontro con ciò che esso desidera.

Non mi interessa quanti anni hai,

voglio sapere se rischierai di sembrare ridicolo per amore,

per i tuoi sogni, per l’avventura di essere vivo.

Non mi interessa quali pianeti sono in quadratura con la tua luna,

voglio sapere se hai toccato il centro del tuo dolore,

se le difficoltà della vita ti hanno portato ad aprirti

oppure a chiuderti per paura di soffrire ancora.

Voglio sapere se puoi sopportare il dolore, mio o tuo,

senza far nulla per nasconderlo, allontanarlo o cristallizzarlo.

Voglio sapere se puoi vivere con la gioia, mia o tua,

se puoi danzare con la natura

e lasciare che l’estasi ti pervada dalla testa ai piedi,

senza chiedere di essere attenti, di essere realistici

o di ricordare i limiti dell’essere umani.

Non mi interessa se la storia che racconti è vera,

voglio sapere se sei capace di deludere qualcuno

per restare fedele a te stesso,

se riesci a sopportare l’accusa di tradimento

senza tradire la tua anima.

Voglio sapere se puoi essere di parola

e quindi degno di fiducia.

Voglio sapere se sei capace di trovare la bellezza

anche nei giorni in cui il sole non splende

e se puoi ricavare vita dalla sua presenza.

Voglio sapere se riesci a vivere con il fallimento, mio e tuo,

e comunque rimanere in riva a un lago

e gridare alla luna piena argentata: “Sì!”

Non mi interessa sapere dove vivi o quanti soldi hai,

voglio sapere se riesci ad alzarti

dopo una notte di dolore e di disperazione,

sfinito e profondamente ferito

e fare ugualmente quello che devi per i tuoi figli.

Non mi interessa chi sei e come sei arrivato qui,

voglio sapere se sapresti restare

al centro del fuoco con me senza ritirarti.

Non mi interessa dove o che cosa o con chi hai studiato,

voglio sapere che cosa ti sostiene da dentro,

quando tutto il resto viene a mancare.

Voglio sapere se riesci a stare da solo con te stesso

e se veramente ti piace la tua compagnia

nei momenti di solitudine.

Oriah Mountain Dreamer (di una tribù di indiani pellerossa)

………………………………………………………………………………………………………….

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata.

Albert Einstein

………………………………………………………………………………………………………….

Nessuno ci ha dato una vita corta: siamo noi che la rendiamo tale!

Seneca

………………………………………………………………………………………………………….

La strada sicura per una buona nutrizione e un’ottima salute è il digiuno. Libero dai residui del corpo e dai falsi appetiti, sarai pronto ad abbracciare frutta fresca, noci e semi, e a liberarti dal cibo-spazzatura.

………………………………………………………………………………………………………….

Il più bello dei mari è quello che non navigammo.

Il più bello dei nostri figli non è ancora cresciuto.

I più belli dei nostri giorni non li abbiamo ancora vissuti.

E quello che vorrei dirti di più bello non te l’ho ancora detto.

Nazim Hikmet

………………………………………………………………………………………………………….

Mangiare è una necessità, mangiare intelligentemente è un’arte.

François de La Rochefoucauld

………………………………………………………………………………………………………….

Mens sana in corpore sano.

Giovenale

………………………………………………………………………………………………………….

L’uomo è ciò che mangia.

Ludwig Feuerbach

………………………………………………………………………………………………………….

Il giorno in cui amerai, conoscerai e rispetterai te stessa, scoprirai che la terra comunica con te, che la Pachamama possiede un linguaggio attraverso il quale le montagne ti parlano, i fiumi ti mormorano e le sorgenti ti consigliano. Allora saprai che sei un tutt’uno con l’universo, che sei come l’acqua che si espande. Il giorno in cui ti accetterai davvero, orizzonti sconosciuti ti si schiuderanno e una musica mai ascoltata giungerà alle tue orecchie.

Dal libro “La profezia della curandera”, di Hernán Huarache Mamani

………………………………………………………………………………………………………….

Tutte insieme insegnavano al bambino i valori fondamentali: in primo luogo, a essere se stesso, a rispettarsi e ad amarsi perché, per amare gli altri, bisogna prima amare se stessi. Se non impariamo ad amare noi stessi non possiamo insegnare ad amare agli altri. Non possiamo dare ciò che non abbiamo e non possiamo nemmeno insegnare ciò che non abbiamo imparato e sperimentato.

Dal libro “La profezia della curandera”, di Hernán Huarache Mamani

………………………………………………………………………………………………………….

Non cercare di diventare una persona di successo, ma piuttosto un uomo di valore.

Albert Einstein

………………………………………………………………………………………………………….

Qualunque sia la situazione nella quale ti trovi, rimani saldo come un’isola in mezzo alle onde, come una montagna in mezzo alle nuvole.

………………………………………………………………………………………………………….

Non devi adoperarti perché gli avvenimenti seguano il tuo desiderio, ma desiderarli così come avvengono, e la tua vita scorrerà serena.

Epitteto

………………………………………………………………………………………………………….

Essermi trovata così vicina alla morte aveva ridimensionato la mia convinzione secondo cui sono le cose a suscitare in me gioia o disperazione. Fatta eccezione per gli stracci che portavamo addosso, ci era stato spazzato via tutto. I piccoli doni che avevo ricevuto, gli oggetti che contavo di riportare in America per donarli ai miei nipoti, non esistevano più. Ora avevo due sole alternative: lamentarmi della perdita subita o accettarla. Si era trattato di uno scambio equo?, mi chiesi. I miei beni materiali in cambio di quella brevissima lezione sull’importanza di praticare il distacco dalle cose? I miei amici mi spiegarono che probabilmente mi sarebbe stato concesso di conservare i miei averi se nell’economia del Tutto divino non avessi evidentemente dimostrato un eccessivo attaccamento a essi. Avevo finalmente imparato a valorizzare l’esperienza e non l’oggetto?

Dal libro “… E venne chiamata due cuori”, di Marlo Morgan

………………………………………………………………………………………………………….

La Terra ha abbastanza per i bisogni di tutti, ma non per l’avidità di alcune persone.

Gandhi

………………………………………………………………………………………………………….

Ogni mattina bisognerebbe chiedersi: “Che cosa ho paura di fare?” E poi farla.

………………………………………………………………………………………………………….

Viaggiare verso una natura grande e generosa è come una seconda nascita. Tende a insegnare una profonda umiltà e al tempo stesso allarga la sfera della comprensiva benevolenza fino a includere l’intera razza umana.

………………………………………………………………………………………………………….

Ci sono solo due giorni in un anno in cui non c’è niente da fare. Si chiamano ieri e domani. Per il momento, oggi è il giorno ideale per amare, credere, fare e soprattutto vivere.

Dalai Lama

………………………………………………………………………………………………………….

Il rimorso

Ho commesso il peggiore dei peccati

che un uomo possa commettere.

Non sono stato felice.

Che i ghiacciai dell’oblio

possano travolgermi e disperdermi, senza pietà.

I miei mi generarono per il gioco

rischioso e stupendo della vita,

per la terra, l’acqua, l’aria, il fuoco.

Li frodai. Non fui felice.

Realizzata non fu la giovane loro volontà.

La mia mente

si applicò alle simmetriche ostinatezze

dell’arte che intreccia inezie.

Ereditai valore. Non fui valoroso.

Non mi abbandona, mi sta sempre a lato

l’ombra d’essere stato un disgraziato.

Jorge Luis Borges

………………………………………………………………………………………………………….

Possiamo andare all’altro capo del mondo per cercare la felicità, ma i nostri nemici interiori prenderanno l’aereo insieme a noi. (…) La saggezza non è una bacchetta magica che guarisce ogni tormento. Umilmente, possiamo già imparare a vivere perfettamente imperfetti alla luce del sole e assaporare i piaceri semplici che si offrono a noi qui e ora.

Alexandre Jollien

………………………………………………………………………………………………………….

Ci prendiamo decisamente troppo sul serio a volere una felicità senza ombra, un amore perfetto.

Alexandre Jollien

………………………………………………………………………………………………………….

La malattia è il campanello d’allarme che avverte l’uomo di un errore commesso contro le leggi naturali. Non è il segnale (sintomi) che bisogna fare cessare, ma l’errore.

Pierre Valentin Marchesseau

………………………………………………………………………………………………………….

La vita è un mistero da vivere e non un problema da risolvere.

Gandhi

………………………………………………………………………………………………………….

Il tuo tempo è limitato, non sprecarlo cercando di vivere la vita di qualcun altro. Non lasciarti intrappolare da regole dogmatiche che sono il risultato del pensiero di altre persone. Non lasciare che il rumore delle opinioni altrui soffochi la tua voce interiore. E soprattutto, abbi il coraggio di seguire il tuo cuore e la tua intuizione. Essi sanno già chi desideri veramente diventare. Tutto il resto è secondario.

Steve Jobs

………………………………………………………………………………………………………….

Il segreto del cambiamento è concentrare tutta la tua energia, non nel combattere il vecchio, ma nel costruire il nuovo.

Socrate

………………………………………………………………………………………………………….

Una vita riuscita è una vita vissuta conformemente ai propri desideri, agendo sempre in accordo con i propri valori, dando il meglio di se stessi in ciò che si fa, conservando l’armonia con ciò che si è e, se possibile, una vita che ci ha permesso di superare noi stessi, di consacrarci ad altre cose oltre a noi e di portare qualcosa all’umanità, anche un piccolo contributo. Una piccola piuma d’uccello affidata al vento. Un sorriso.

Dal libro “L’uomo che voleva essere felice”, di Laurent Gounelle

………………………………………………………………………………………………………….

Se lei non rinuncia a niente, evita di scegliere. E quando ci si astiene dallo scegliere, ci si astiene dal vivere la vita che si vorrebbe.

Dal libro “L’uomo che voleva essere felice”, di Laurent Gounelle

………………………………………………………………………………………………………….

Fino a che non ci si compromette, c’è esitazione, possibilità di tornare indietro, e sempre inefficacia.
Riguardo ad ogni atto di iniziativa e creazione c’è solo una verità elementare, ignorare la quale uccide innumerevoli idee e splendidi piani.
Nel momento in cui ci si compromette definitivamente, anche la provvidenza si muove.
Ogni sorta di cose intervengono in aiuto, cose che altrimenti non sarebbero mai accadute.
Una corrente di eventi ha inizio dalla decisione, facendo sorgere a nostro favore ogni tipo di incidenti e di imprevisti, di incontri e di assistenza materiale, che nessuno avrebbe sognato potessero avvenire in questo modo.
Qualsiasi cosa tu possa fare, o sognare di poter fare, incominciala.
Il coraggio ha in sé il genio, il potere e la magia.
Incomincia adesso!

Johann Wolfgang von Goethe

………………………………………………………………………………………………………….

Anima mia che metti le ali

e sei un bruco possente

ti fa meno male l’oblio

che questo cerchio di velo.

E se diventi farfalla

nessuno pensa più

a ciò che è stato

quando strisciavi per terra

e non volevi le ali.

Alda Merini

………………………………………………………………………………………………………….

La bellezza appare quando decidete di essere voi stessi!

Coco Chanel

………………………………………………………………………………………………………….

Semina un pensiero e raccoglierai un’azione.

Semina un’azione e raccoglierai un’abitudine.

Semina un’abitudine e raccoglierai un carattere.

Semina un carattere e raccoglierai un destino.

………………………………………………………………………………………………………….

Pipino: “Non credevo sarebbe finita così…”
Gandalf: “Finita? No. Il viaggio non finisce qui. La morte è solo un’altra via. Dovremo prenderla tutti.
La grande cortina di pioggia di questo mondo si apre e tutto si trasforma in vetro argentato. E poi lo vedi…”
Pipino: “Cosa, Gandalf? Vedi cosa?”
Gandalf: “Bianche sponde e, al di là di queste, un verde paesaggio sotto una lesta aurora.”
Pipino: “Beh, non è poi così male!”
Gandalf: “No… No, non lo è.”

Dialogo tra Pipino e Gandalf, tratto dal film “Il Signore degli Anelli”

………………………………………………………………………………………………………….

“E tu chi sei?” domandò il Bruco.
Intimidita, Alice rispose: “Io, ehm… a questo punto quasi non lo so più, signore… o meglio, so chi ero stamattina quando mi sono alzata, ma da allora credo di essere cambiata più di una volta.”

Dal libro “Le avventure di Alice nel paese delle Meraviglie”, di Lewis Carroll

………………………………………………………………………………………………………….

Andrà tutto bene alla fine. Se non andrà bene, non sarà la fine.

John Lennon

………………………………………………………………………………………………………….

Non coltivate sogni a metà!

Come è sicuro che una scatola piccola non potrà mai contenerne una più grande, così una vita piena non può essere contenuta in una scatola dei sogni piccola!

Alla fine non è doloroso fallire; lo è non avere tentato!

Assicuratevi quindi di avere un sogno grande, ambizioso, meraviglioso, e realizzatelo!

Elias A. Zerhouni

………………………………………………………………………………………………………….

Egli (il mio maestro) diceva: “Qualunque cosa tu faccia, cerca di farla come nessun altro l’ha mai fatta prima”. Se rammenterete questo pensiero, riuscirete. La maggior parte delle persone imita qualcun altro. Voi dovete essere originali, e qualunque cosa facciate, fatela bene.

Paramahansa Yogananda

………………………………………………………………………………………………………….

Quando non siamo in grado di cambiare una situazione, ci troviamo di fronte alla sfida di cambiare noi stessi.

Viktor Frankl

………………………………………………………………………………………………………….

This post is also available in: Francese